giovedì 16 giugno 2011

S. MARIA DI CASTELLABATE ... BENVENUTI AL SUD!



Sempre lungo quello sperone di roccia che arriva fino al mare, dove si trova anche Furore, troviamo un altro piccolo borgo, che sa fondere in un solo momento il mare con la montagna ... S. Maria di Castellabate.
Scelto dal regista Luca Miniero come abientazione al suo film comico "Benvenuti al sud", questo piccolo borgo (frazione di Castellabate) ha raggiunto in poco tempo una notevole notorietà.
Come appunto detto poc'anzi, esso è una frazione di Castellabate, anche se è maggiormente popolata rispetto al comune stesso ed è oltrettutto dove si trova il municipio.

STORIA
Il paese era noto col nome del suo nucleo originario, Isca delle Chitarre, dove oggi è collocato il centro storico. Il centro storico si estende fra due piazze: Piazza Matarazzo e Piazza Lucia. Le abitazioni più caratteristiche si trovano sotto una serie di porticati, chiamati "Porte le Gatte".

COSA VISITARE?

La prima che notiamo all'arrivo in paese è Villa Matarazzo, posto proprio sul corso principale che culmina sulla piazza omonima. Fatta costruire dalla nobile famiglia Matarazzo, era qui che trascorrevano gran parte dell'estate, rendendolo un luogo particolarmente ameno, con i suoi vigneti ed i suoi terrazzi ricci di piante e fiori. Oggi la villa è sede del Parco del Cilento, del Museo del Mare e della Biblioteca del calcio "Andrea Fortunato". Specie nel mese estivo si trasforma in un vero e proprio salotto della cultura ospitando numerose inziative quali "Libri meridionali, Vetrina dell'editoria del Sud" e il Premio Leucosia, oltre a svariati spettacoli musicali e teatrali.

 Oltre alla villa di grande magnificenza è Palazzo Belmonte, fatta costruire nel 1700 dai principi Belmonte. Questa si presentava come una congiunzione di diversi edifici preesistenti e fu ideata come casino di caccia. Di grande interesse è la biblioteca, composto da oltre 2000 volumi rari.  Infine una parte dell'edificio ospita 18 appartamenti, che dagli anni ottanta vengono utilizzati come alloggio per turisti.

 Lungo il molo troviamo il porticciolo detto Porto delle Gatte. Antica costruzione, adibita originariamente a magazzino. Nel corso degli anni il suo utilizzo è cambiato. Oggi hanno un uso propriamente commerciale.

Da un punto di vista religioso, di grande suggestione è il santuario di S. Maria a Mare. Questo è situato nei pressi della bella spiaggia chiamata "Marina piccola". Finita di edificare nella metà del 1800, essa fu poi molto danneggiata dal sisma del 1980, tanto che rimase chiusa fino al 1990 (per restauro).

TURISMO E TRADIZIONI
Data la sua particolare collocazione, il paesino è una meta estiva molto ambita e la limpidezza delle sue acque le ha procurato, anno dopo anno, una serie di bandiere blu.

La manifestazione più tradizionale, che avviene a ferragosto è quella che festeggia la patrona S. Maria a Mare.

Sempre ad agosto, generalmente durante la prima settimana, viene organizzato il festival della pizza, che porta qui i migliori pizzaioli della Campania. Oltre a mangiare la pizza sarete allietati da spettacoli di cabaret e musica dal vivo.


 A settembre, invece, sulla spiaggia di marina piccoli, ci saranno i giochi della contea. Questi sono composti da diverse competizioni che vede affrontarsi partecipanti della varie contrade che compongono Castellabate.

PRODOTTI TIPICI

I prodotti tipici del borgo restano sempre quelli del frutto della terra, come l'olio, il vino ed i fichi.

Mentre il suo piatto tipico sono i fusilli al sugo di castrato.

Vi lascio con la famosa frase del film "Benvenuti al Sud", che ha un pò commossi tutti:



« Quando un forestiero viene al Sud piange due volte: quando arriva e quando parte. »
(Mattia Volpe)

 Alla prossima, Lian!!!

2 commenti:

  1. Mamma mia che bei posti!!! Già ammirarli nel film (bellissimo) è stato un vero piacere x gli occhi... Prima o poi spero di visitarli di persona!

    RispondiElimina
  2. Ciao...grazie per essere passata da me così ho potuto scoprire il tuo blog che seguirò con grande piacere!!!che idea fantastica: viaggi, cucina e tradizioni....di questo periodo poi con le vacanze alle porte!un mix ideale...

    RispondiElimina