mercoledì 11 luglio 2012

Ma prima della pastiera .... Il casatiello!

In qualsiasi cucina napoletana entriate nel periodo pasquale, oltre ad essere letteralmente inondati dall'odore della pastiera, con la sua buccia d'arancia, la sua cannella, il grano ....sarete risucchiati allo stesso modo dal profumo inebriante che vi farà venire l'acquolina in bocca ...del casatiello! Il casatiello o, detto anche, tortano cunnito, a seconda della zona in cui vi trovate, é propriamente un rustico, composto da una base di pasta di pane ed un ripieno fatto di formaggio, strutto ( grasso di maiale), cicole (grasso di maiale cotto in padella) e salumi vari. Molto particolare é la cottura nel forno a legna. Ma anche cotto nel forno di casa é speciale, ve lo assicuro. Lo si mangia generalmente a Pasqua, ma, dato che se ne preparano sempre in quantità industriale per ogni famiglia, diventa una componente fondamentale delle gite fuori porta della pasquetta!!!

A' pastiera

Oltre la pizza margherita, altro buonissimo piatto tipico campano, oltre che dolce tipico insieme al babà é la PASTIERA. Dolce del periodo pasquale, è tipico di Napoli ma, nella realtà é diffusissimo in tutta la Campania con delle varianti. La leggenda racconta che la creatrice di questa delizia é la Sirena Partenope, fondatrice delle coste napoletane. La pastiera é essenzialmente una torta di pastafrolla farcita con ricotta, zucchero, frutta candita! Uova e grano fatto ammorbidire nel latte. Il suo profumo particolare è soprattutto voluto all'utilizzo di vari aromi come la cannella! La scorza di arancio, vaniglia e acqua di fiori d'arancio. Nonostante sia, come già detto un dolce del periodo pasquale, potete comunque trovarlo tutto l'anno nelle migliori pasticcerie napoletane. Quindi se vi trovate a Napoli ...approfittatene!!!

martedì 10 luglio 2012

VIAGGIARE=MANGIARE

Una delle cose che amo fare quando sono in viaggio non é: conoscere il posto in cui mi trovo (generalmente mi informo sempre un po' prima su cosa visitare) e ...mangiare le specialità del posto ...cosa moooooooolto gradita! É per questo motivo che mi é venuta in mente l'idea di iniziare una nuova rubrica, oltre quella della descrizione di borghi ...le cucine tipiche dei vari luoghi della nostra bella Italia e, perché no, anche dell'estero. In questi numeri di post, al momento indefiniti, vi parleró dei piatti tipici....CAMPANI!!! Ed il primo piatto non può assolutamente non essere ...LA PIZZA MARGHERITA. Perché la Margherita? Perché questa é nata proprio a Napoli. In principio la tipica pizza napoletana era quella fritta (semplice pasta di pane fritta in olio con un pizzico di sale) e la marinara (con solo pomodoro e origano e qualche "alicetta"). La Margherita nacque quando la regina Margherita, in visita a Napoli, chiese di assaggiare questa famosa pizza napoletana. Il pizzaiolo incaricato, un certo Raffaele Esposito, della pizzeria Brandi (aperta tutt'oggi), creó la Margherita, aggiungendo al pomodoro, la mozzarella (rigorosamente di bufala campana) ed il basilico, ricordando cosí i colori della bandiera italiana.Ancora oggi é tra le piú richieste e, permettetemi, tra le più imitate. Dite la verità vi é venuta fame vero??? Allora stasera ...pizaaaaaaaaaaa!!!