giovedì 9 giugno 2011

BUGNARA


Rimaniamo in Abruzzo, sempre in provincia de L'Aquila. A pochi chilometri da Pettorano sul Gizio (circa 15 km, quindi quale buona occasione per fare una visitina ad entrambe??!!??), si trova un altro dei più bei borghi d'Italia ... BUGNARA.


UN PO' DI STORIA
Il nome Bugnara viene probabilmente dal latino "bonae ara" tradotto "altare della dea Bona" ,dea dell’abbondanza preposta alla fecondazione della terra.
E' dal VI secolo chi si iniziano ad avere notiaie sull'esistenza di questo borgo. Molto probabilmente, secondo gli storici, la zona era conmposta principalemte da ville di aristocratci romani.
Si può affermare senza ombra di dubbio che la crescita della zona fu dovuta all'interessamento per questo territoria della famiglia Di Sangro che protassero il loro insediamento nel borgo  dal 1079 al 1759.
Come fu per Pettorano sul Gizio, anche qui il terremoto del 1706, procurò ingenti danni.
Di importanza storica ed architettonica è il Gran Ponte d’Italia costruito sul fiume Sagittario e fatto saltare durante l’ultima guerra mondiale e ricostruito nel dopoguerra.

UN PO' DI STORIA DELL'ARTE

Arrivando a Bugnara di grande effetto è la veduta della chiesa del S.S. Rosario (1602) che si affaccia direttamente sulla piazza del borgo. Entrando si resta incantati dalla bellezza e dalla unicità della sua struttura. I soffitti sono decorati con scene di vario genere. Vi sono diversi dipinti, tra cui quelle di San Magno e San Vittorino rispettivamente patrono e comprotettore di Bugnara.


Camminando per i vicoli si notano tutti gli elementi di un borgo medievale come i portoni, balconi, architravi fino ad arrivare alla cima dove si trova il Palazzo Ducale.


 Allontanandosi dal centro storico si giunge al Santuario della Madonna della Neve. Entrando l’aspetto che colpisce di più è il ritrovamento del pavimento originario di un antico tempio romano dedicato alla dea Bona (da cui prende, appunto, nome il borgo).

 Da visitare inoltre la contrada di San Giuseppe con la sua chiesetta restaurata da poco e anche la frazione Torre de’ Nolfi con la sua bellissima chiesa dedicata a Santa Maria della Pace.

PRODOTTI TIPICI

Sicuramente molto apprezzati sono il formaggio pecorino, l'olio, il vino ed il tartufo. Il piatto tipico sono le "pizzelle" dolci sia semplici che farcite.


SAGRE E FIERE
Molto ricca è l'estate a Bugnara, con diverse manifestazioni che la caratterizzano.
21 giugno: Sagra del formaggio pecorino di Bugnara.
22 luglio: Festa dello sport e sagra del castrato.
3-5 agosto: Romantica...le vie dell'amore. ( l'evento metterà in evidenza i    prodotti locali: abiti da cerimonia, bomboniere, bouquet floreali, estetica, gastronomia, viaggi di nozze).
8-9 agosto: Sagra del grano torre dei nolfi (con rappresentazioni delle varie fasi della lavorazioni del grano. Non mancheranno degustazioni di prodotti tipici).
(Le date sono indicative in quanto estrapolate da alcuni siti internet, per eventuali variazioni vi informerò tempestivamente).

Che dire ci sono tutti gli ingredienti per una piacevole gita!

Alla prossima, Lian!

P.s. dedico questo post a Emily, abitante del borgo, che mi ha fatto conoscere questo angolo di paradiso.



 

4 commenti:

  1. Wow Lian!!!!!!!!!!
    grazie infinite x la tua dedica..... :-)
    Il tuo post è fantastico!!!! Lo pubblicizzerò sul mio blog...
    Ti aspetto a Bugnara...

    RispondiElimina
  2. Ma non puoi mettermi le foto dei formaggi... mannaggia che fame... e che nostalgia...
    appena torno in Italy... farò tesoro dei bellissimo posti che indichi... (un altro posti non ci sarebbe stato bene... )

    RispondiElimina
  3. Wow che post fantastico, non manca proprio niente!!! Non sai quanto vado sempre in cerca di queste chicche! Grazie per il tuo commento, ti seguo subito, anche io adoro viaggiare e scoprire posti nuovi e tradizioni dei posti in cui mi trovo!
    Un bacione,
    Cocò

    RispondiElimina
  4. Ma ti occupi solo di questa regione o di tutta Italia?? no perchè avrei qualche suggerimento... ciaoooooo

    RispondiElimina